Pubblicato in: Evergreen

Cosa fare a Pasquetta nelle Marche? Ecco dove andare

Manuela ChimeraManuela Chimera 3 settimane fa
Pasquetta nelle Marche: pic nic in campagna
Foto: @Pixabay

Eravamo riusciti a lasciarci alle spalle il tormentone del “Cosa fai a Capodanno?”. Eravamo ancora felicemente lontani dall’altro tormentone “Cosa fai a Ferragosto?”. Tuttavia ci eravamo dimenticati di lui: l’altrettanto temibile “Cosa fai a Pasquetta?”. E’ sempre bene farsi trovare preparati in questi casi: il rischio, altrimenti, è quello di finire invischiati in improbabili scampagnate dell’ultimo minuto, organizzate in posti desolanti e con compagnie discutibili. Vista la stagione, poi, è sempre meglio prepararsi un piano B di riserva nel caso piovesse. Va bene organizzare la classica gita in campagna, montagna o al mare con tanto di tovaglia da pic nic e accessori connessi e annessi, ma cercate una soluzione alternativa nel caso quel giorno decidesse di venire giù il diluvio universale (o nel caso sia piovuto nei giorni precedenti). Ecco dunque qualche consiglio su dove andare e cosa fare a Pasquetta nelle Marche.

Pasquetta nelle Marche per chi ama il mare

Clima permettendo, è possibile trascorrere una Pasquetta nelle Marche in spiaggia, ammirando il mare e il gioco delle onde. Di spiagge bellissime e famose nelle Marche ce ne sono parecchie, da quelle di Pesaro, Fano e Marotta (ricordatevi di dare un’occhiata ai nuovi mosaici su tutto il lungomare), passando per la spiaggia di velluto di Senigallia e arrivando fino alle spiagge incantevoli di Portonovo, Numana e Sirolo. Senza dimenticare le lunghe spiagge di Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio e Grottammare. Una menzione speciale va anche alle spiagge e al lungomare ricco di palme di San Benedetto del Tronto.

Tutta la Riviera del Conero vi offre la possibilità di trascorrere una Pasquetta cullati dal suono delle onde.

Pasquetta nelle Marche: le passeggiate in montagna

Se volete unire mare e montagna insieme, allora vi consigliamo una passeggiata fra i sentieri del Parco del Monte Conero o anche un trekking sul Monte San Bartolo. Per chi ama, invece, le passeggiate in montagna e i pic nic in mezzo alla natura c’è solo l’imbarazzo della scelta. I Monti Sibillini, per esempio, offrono passeggiate di difficoltà adatta a ogni tipo di escursionista. Tante le montagne delle Marche che si prestano bene per una gita fuori porta: in provincia di Pesaro-Urbino abbiamo il Monte Carpegna, il Catria (qui trovate il Sentiero Italia del CAI) e il Monte Nerone. In provincia di Ancona, invece, molto amati dagli escursionisti sono il Conero, il Monte San Vicino e il Monte Strega. Macerata offre il Monte San Vicino, le splendide Lame Rosse e Monte Bove, mentre dalle parti di Fermo abbiamo il Monte Priora e il Monte Sibilla. Da non perdere anche le escursioni sul Monte ascensione e sul Monte Vettore in provincia di Ascoli-Piceno.

Pasquetta nelle Marche: borghi da visitare

Tantissimi i borghi delle Marche da visitare. Da Gradara a Frontone, passando per Urbania. Senza dimenticare Recanati, Grottammare, Corinaldo, Mondavio, Mondolfo, Candelara, Offagna… c’è veramente l’imbarazzo della scelta. E perché non fare il giro dei 9 castelli di Arcevia?

Pasquetta nelle Marche: musei aperti

Nel caso piovesse, a Pasquetta si può optare per una visita a un museo. Sono tantissimi i musei nelle Marche, l’unica cosa è sempre sincerarvi prima che siano aperti anche a Pasquetta. Per esempio, potreste unire una visita a Urbino a quella al Palazzo Ducale con annesso museo o alla Fortezza Albornoz. Oppure potreste programmare una visita al Museo Tattile Statale Omero di Ancona o al Museo Archeologico Nazionale delle Marche.

Assai consigliato, soprattutto se avete bambini al seguito, il Museo del Balì: qui i bambini (e non solo, ve lo assicuro!) potranno divertirsi a interagire con piccoli esperimenti scientifici. E’ possibile, poi, mangiare all’aperto portandosi il pranzo al sacco, approfittare (se aperto e su prenotazione) del locale presente all’interno della struttura o recarsi in uno dei numerosi ristoranti e osterie della zona.

Sempre amatissimo dai bambini è anche il Museo della Carrozza di Macerata.

Pasquetta nelle Marche: pic nic in mezzo alla natura

Fra i posti più gettonati per trascorrere una Pasquetta nelle Marche ci sono anche:

  • Gola del Furlo: qui troverete spazio sia per i classici pic nic che per le escursioni. Con tanto di gita al fiume. E Acqualagna con i suoi ristoranti e il suo tartufo è poco distante
  • Grotte di Frasassi: nel comune di Genga troverete il Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Qui non solo potrete visitare le Grotte di Frasassi, ma potrete anche dedicarvi a più gastronomici pic nic immersi nella natura, passeggiate in montagna e, perché no, una visita al Tempio del Valadier o all’Abbazia di San Vittore
  • Cingoli: un’alternativa potrebbe essere un’escursione alla famosa diga di Cingoli
  • Monastero di Fonte Avellana: immerso nella quiete dei boschi, è una delle mete preferite di Pasquetta
  • Marmitte dei Giganti a Fossombrone: per un’escursione diversa dalle solite, potrete ammirare queste bizzarre formazioni
  • Parco Zoo di Falconara: particolarmente adatto se ci sono bambini
  • Lago di Fiastra: lungo le sponde del lago è possibile organizzare pic nic in una location immersa nella natura