Pubblicato in: Evergreen

Gita a Macerata: cosa vedere, da Piazza della Libertà all’Arena Sferisterio

Macerata, vista panoramica
Foto: Pixabay

Fra le città da visitare nelle Marche inserite anche Macerata, in quanto si tratta di una tappa irrinunciabile.

Costruita in epoca antica su un colle fra due valli, Macerata è vicina al mare e ai Monti Sibillini. È una città ricca di storia, architettura, arte e cultura. Tantissime le cose da vedere e visitare a Macerata, noi cominciamo a segnalare le più importanti.

Cosa vedere a Macerata: Piazza della Libertà

Se andate a Macerata, di sicuro non potrete non rimanere affascinati da Piazza della Libertà, il cuore stesso della città. È proprio qui che troverete alcuni dei palazzi più importanti, come il Palazzo del Comune, il Palazzo della Prefettura di origine rinascimentale con il portale di marmo, la chiesa di San Paolo (in passato venne ceduta dalla Chiesa al Comune, usata come magazzino durante le Guerre Mondiali e ora sede di mostre d’arte), la Loggia dei Mercanti, il Teatro Rossi e anche la particolarissima Torre dell’Orologio.

La Torre Civica di Macerata

Una delle particolarità di Macerata è la Torre Civica, la trovate sempre in Piazza della Libertà. La sua costruzione risale al 1492, ma venne finita solamente nel 1653. Alta ben 64 metri, sulla sua base si trova una lapide in memoria di Vittorio Emanuele II.

Sempre sulla base vi è un orologio ad automi: allo scoccare dell’ora, un uccellino becca una campanella e l’orologio si attiva, con gli automi dei Re Magi che portano i dono a Gesù Bambino.

La Loggia dei Mercanti e il Palazzo del Comune

In Piazza della Libertà a Macerata si trovano due delle opere architettoniche più caratteristiche della città. La prima è il Palazzo del Comune, con tanto di porticato e balconata. Qui potrete ammirare statue romane, epigrafi (ebraiche, etrusche e romane), senza dimenticare le urine, la statua di Esculapio e anche un sarcofago.

All’ingresso e nel cortile si trova una raccolta archeologica che raccoglie reperti delle città di Helvia Recina e Urbisaglia.

Anche la Loggia dei Mercanti, con il suo porticato, si apre su Piazza della Libertà.

L’Arena Sferisterio di Macerata

Una delle architetture più famose di Macerata è l’Arena Sferisterio. Costruito originariamente per il gioco della palla col bracciale, fu solo nel 1921 che venne utilizzata per la prima volta come palco per concerti ed eventi.

Attualmente numerosi concerti vengono organizzati ogni anno all’Arena Sferisterio di Macerata, soprattutto d’estate il palco si anima di nomi noti del panorama musicale nazionale e internazionale. Proprio all’Arena Sferisterio, si tengono alcuni dei più importanti concerti dell’estate.

Cosa vedere a Macerata: il Duomo di San Giuliano

Il Duomo di San Giuliano a Macerata è dedicato proprio al patrono della città. All’entrata è possibile ammirare la Torre con l’Orologio, ma è sui contrasti che gioca maggiormente questa chiesa: la sua costruzione risale al XV secolo, ma la facciata è in stile neoclassico del XVIII secolo, mentre l’interno è più in stile barocco.

La Basilica della Madonna della Misericordia

La Basilica della Madonna della Misericordia di Macerata ha la particolarità di essere considerata come la basilica più piccola del mondo. Qui potrete ammirare sia affreschi del Rinascimento che opere più moderne del XIX secolo.

Palazzo Buonaccorsi e il Museo Civico

Da non perdere a Macerata anche il Palazzo Buonaccorsi, edificio di origine nobiliare del XVIII secolo, attualmente sede del Museo Civico. Oltre alle ricche sale barocche e alla famosa Sala dell’Eneide, qui trova posto anche il celebre Museo della Carrozza, attrattiva destinata ad entusiasmarne anche i visitatori più giovani.

Tre i settori espositivi: il Museo della Carrozza nel seminterrato, il piano nobile con reperti di arte antica e il piano superiore con arte moderna e futuristica.

Etichette:
Marche Weekend