Pubblicato in: Evergreen

Festa della Donna 2019 nelle Marche, dove festeggiare?

Manuela ChimeraManuela Chimera 3 settimane fa
Festa della Donna 2019 nelle Marche: le mimose
Foto: @Pixabay

Tutte pronte a festeggiare la Festa della Donna? Chiamatela come preferite: Festa della Donna, Festa delle Donne, Giornata Internazionale della Donna… Ci riferiamo sempre alla medesima celebrazione. L’8 marzo, infatti, è la Festa della Donna e molte donne si stanno preparando a celebrarla. Ma come si festeggia la Festa della Donna 2019 nelle Marche? Di sicuro ci sono molti ristoranti e pub che propongo serate con cene a tema. Inoltre ci saranno anche locali con serate danzanti e spettacoli dedicati alle donne. Ma vediamo qualcuno di questi eventi e qualche alternativa a chi non vuole rinchiudersi in un locale.

Festa della Donna 2019 nelle Marche: eventi

Ecco alcuni dei principali eventi organizzati per la Festa della Donna 2019 nelle Marche. L’articolo è in continuo aggiornamento, man mano che verremo a conoscenza di altri li aggiungeremo. Una precisazione: essendo che parecchi fra ristoranti, osterie e locali organizzeranno cene con menù a tema, qui segnaleremo gli eventi particolari. Eccone alcuni:

  • San Benedetto del Tronto, Camminata della Festa della Donna: a San Benedetto del Tronto la Festa della Donna continuerà ad essere festeggiata anche sabato 9 marzo. Dalle ore 9.30, infatti, prenderà il via la Camminata della Festa della Donna. La partenza si terrà presso l’Ipercoop Porto Grande, ingresso centrale. La camminata è gratuita e aperta a tutti. Organizzata da U.S. Acli Marche, Coop Alleanza 3.0 e Centro Commerciale Porto Grande, la Camminata vuole contribuire a sostenere il concetto di prevenzione delle malattie. Inoltre suggerisce anche che uno stile di vita sano aiuta a prevenire molte malattie. Dopo la partenza, gli escursionisti visiteranno la Riserva Naturale della Sentina e alle ore 11.30 torneranno al punto di partenza. Finita la camminata, nell’area ristoro del Centro Commerciale, la nutrizionista dott.ssa Sonia Bolognesi offrirà consigli su come alimentarsi in maniera sana. A seguire, non mancheranno assaggi di prodotti a marchio Coop
  • Paradise di Monsano, Festa della Donna: venerdì 8 marzo, a partire dalle 19.30 in poi, il Paradise di Monsano proporrà una cena evento con tanta musica, ballo, spettacolo e animazione, a cura di Giampiero Sabor Latino & DJ Fabio T. Con prenotazione obbligatoria, potrete scegliere fra un menù alla carta e un menù fisso (avvisiamo che, per l’occasione, non sarà possibile prenotare i soliti menù gruppi. L’unico menù fisso prenotabile sarà quello della Festa della Donna). Una cena divertente, che potrà concludersi con il karaoke o, perché no, con una bella partita a bowling
  • Mondolfo, Salone Aurora: il 7 marzo, alle ore 21, presso il Salone Aurora di Mondolfo ci sarà l’incontro “Madri – Storie di donne speciali”, raccontate dal giornalista Luca Pagliari e con la partecipazione di Simonetta, madre di “Saccio”. Storie di donne e madri speciali
  • Fossombrone, 9-10 marzo, Casa Museo Quadreria Cesarini: sabato 9 e domenica 10 marzo, presso la Casa Museo Quadreria Cesarini di Fossombrone verrà organizzata la visita dal titolo “Giuditta e le altre. Tutte le donne della Quadreria”. Dieci donne saranno le protagoniste di questa visita, grazie alla quale approfondiremo le nostre conoscenze relative a queste figure femminili, alla storia dell’epoca e ai relativi movimenti pittorici. La prenotazione è obbligatoria, entro l’8 marzo
  • Ancona, 8-9-10 marzo, Museo Tattile Statale Omero: in occasione della Festa della Donna, il Museo Tattile Statale Omero ha organizzato la visita guidata gratuita dal titolo “Ogni donna è… emozioni”. La visita inizierà alle ore 17.30 e potrete ammirare opere tutte al femminile come la Venere di Milo e la Pietà di Michelangelo
  • Grotte di Frasassi: promozione per la Festa della Donna anche alle Grotte di Frasassi. Per tutta la giornata dell’8 marzo, ci sarà uno sconto di 3 euro sul biglietto intero per tutte le donne

Il programma di Gradara per le Donne

Particolare l’evento multiplo per la Festa della Donna che si terrà a Gradara. Per celebrare la Giornata Internazionale della Donna, Gradara ha, infatti, lanciato il programma Gradara per le Donne. Si tratta di cinque iniziative in cinque giorni differenti:

  1. martedì 5 marzo, ore 21.15, Teatro Comunale: “La Señora”, le intriganti vicende di Doña Gracia Nasi, una straordinaria presenza rinascimentale nel bacino adriatico. Ingresso libero con posti limitati su prenotazione. Verrà offerto un omaggio dedicato a tutte le donne
  2. giovedì 7 marzo, ore 21.15, Teatro Comunale: “Una stanza tutta per noi. Le case di Jane Austen”, divertimento teatrale con musica. Ingresso a pagamento con posti limitati
  3. venerdì 8 marzo, ore 21.15, Teatro Comunale: “OЯO”, spettacolo finale del laboratorio permanente “Pane e Rose”. Ingresso a offerta libera con posti limitati su prenotazione
  4. sabato 9 marzo, ore 19, Teatro Comunale: Maria Antonietta, Acoustic live & After Party. Esibizione della celebre cantautrice in acousti live, con canzoni dedicate a donne coraggiose, sante e paladine. A seguire, afterparty con dj set e anche rinfresco. Ingresso gratuito, ma con tesseramento Associazione Orbita e posti limitati su prenotazione
  5. domenica 10 marzo, ore 15, Teatro Comunale: “Intorno al mondo in 72 giorni. Il viaggio di Nellie Bly”. Traduzione e adattamento teatrale dall’originale inglese Around the world in Seventy-Two Days di Elizabeth Cochrane, regia di Paola Sarcina e interpretato da Diana Forlani. Ingresso gratuito con posti limitati su prenotazione

Per la prenotazione dei singoli eventi, consultare il sito ufficiale di Gradara.

Il programma di Senigallia per la Festa della Donna 2019

Ricchissimo di eventi anche il programma di Senigallia per la Giornata Internazionale della Donna. Le iniziative andranno avanti per tutto il week-end:

Venerdì 8 marzo 2019

  • Mostra “Donne di futuro. Le fotografe senigalliesi raccontano la Biennale di Venezia”, ore 15, Biblioteca Comunale Antonelliana: inaugurazione dell’esposizione realizzata in collaborazione con FotoreporterDonna
  • Concerto “Donne in Musica”, ore 16, Auditorium San Rocco: realizzato in collaborazione con la Luas
  • Presentazione del libro “La scelta di Sara. Donne che precorrono i tempi” di Marco Severini, ore 17.30, Auditorium San Rocco
  • Manifestazione “L’8 Marzo: le strade sicure le fanno le donne che le attraversano”, ore 18.30, piazza Roma e Foro Annonario: evento a cura del movimento Donne contro i fascismi

Sabato 9 marzo 2019

  • Tavola rotonda “Donne di futuro”, ore 17, Auditorium San Rocco: organizzata dalla sezione di Senigallia di Fidapa Bpw Italy e Aidda Marche

Domenica 10 marzo 2019

  • Spettacolo “Io ho bisogno di parole”, ore 17.30, Auditorium San Rocco: omaggio ad Alda Merini con digressione su Nori De’ Nobili

Festa della Donna 2019 nelle Marche: cosa fare?

Se l’idea di andare al ristorante o a qualche spettacolo a tema non vi alletta in maniera particolare, potete sempre scegliere qualche alternativa. Potete scegliere un bel film da andare a vedere in uno dei numerosi cinema delle Marche.

Oppure, visto che quest’anno la Festa della Donna cade di venerdì, potreste prendervi il week-end per visitare i numerosi borghi medievali e le città storiche delle Marche. Da Gradara a Frontone, da Urbino ai Castelli di Arcevia, passando anche per città come Osimo (peccato che la Festa della Donna sia l’8 marzo, la mostra dedicata a Banksy sarà aperta dal 28 marzo), Urbania, Ascoli Piceno, Senigallia, Loreto… Se per caso vi recate a Recanati, ricordatevi dei festeggiamenti per l’Infinito di Leopardi.

Potreste anche voler trascorrere una Festa della Donna diversa dal solito passeggiando in mezzo alla natura. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, il Parco Naturale Gola della Rossa e di Frasassi, il Parco Naturale Regionale del Conero e il Parco Naturale del Monte San Bartolo offrono numerosi itinerari per gli amanti del trekking e delle escursioni.

Da non sottovalutare neanche i Musei delle Marche, a partire dal da quelli più famosi come il Museo Tattile Statale Omero di Ancona, il Museo Archeologico delle Marche di Ancona, la Galleria Nazionale delle Marche presso il Palazzo Ducale di Urbino, la Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, Casa Leopardi a Recanati, la Casa Natale di Gioacchino Rossini a Pesaro e il Museo del Balì. Senza dimenticare quelli particolari, come il Museo Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo, il Museo della Carrozza di Macerata, il Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, il Museo dei Bronzi Dorati di Pergola, i Musei Scientifici di Villa Vitali a Fermo, il Museo del Fungo a Piandimeleto e il Museo della Civiltà Contadina a Mombaroccio.