Pubblicato in: News

Bit Milano 2019: la regione Marche presenta i nuovi grandi eventi

Manuela ChimeraManuela Chimera 4 giorni fa
Urbino al Bit di Milano 2019 in Piazza Marche
Foto: @Fabio Demitri [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], from Wikimedia Commons

Chiude oggi i battenti la Bit – Borsa Internazionale del Turismo 2019. Dal 10 al 12 febbraio 2019, infatti, presso la Fiera Milano, si è tenuta questa storica manifestazione dedicata ai viaggiatori e agli operatori turistici. Lo slogan di questa edizione è stato “Happyness is a Journey”, cioè “La felicità è un viaggio”. Anche le Marche si sono presentate alla Bit di Milano 2019, con uno stand di 362 mq. Qui, a focalizzare l’attenzione del pubblico, ci hanno pensato le principali proposte turistico-culturali marchigiane di quest’anno e dei prossimi venturi. Fra di esse ricordiamo le celebrazioni per il bicentenario dell’Infinito di Leopardi (in particolar modo vi ricordiamo tutti gli eventi organizzati a Recanati), il cinquecentenario della morte di Raffaello nel 2020 e il turismo sostenibile del Bike e le bellezze delle aree interne.

Nella Piazza Marche ha poi tenuto banco il tema di tutte queste proposte turistico-culturali, cioè “Marche e turismo internazionale, la nuova destinazione di tendenza”. Non a caso lo stesso The Times ha recentemente consigliato, tramite un articolo, di andare alla riscoperta della regione Marche, un gioiello nascosto dell’Italia.

Bit Milano 2019: gli obiettivi del turismo nelle Marche

E’ Moreno Pieroni, assessore regionale al Turismo, a spiegare quali siano gli obiettivi del turismo nelle Marche:

  • investimento sul brand Marche
  • interventi mirati e integrazione dell’offerta nelle aree colpite dal terremoto del 2016
  • riqualificazione della ricettività alberghiera
  • miglioramento delle politiche di accoglienza
  • inserimento di nuovi cluster, fra cui turismo outdoor con bike; itinerari del “Saper fare – Homo Faber” per valorizzare le botteghe dell’artigianato; Marche come destinazione per i matrimoni anche dall’estero; turismo scolastico
  • rivitalizzazione dei territori colpiti dal sisma del 2016
  • valorizzazione del ricco patrimonio artistico nei territori colpiti dal terremoto, con un nutrito programma di mostre

L’assessore ha poi ricordato che la Regione ha promosso 49 mostre, di cui 23 organizzate proprio nelle aree del sisma.

Bit Milano 2019: gli eventi organizzati

Nel corso del Bit di Milano 2019, sono stati numerosi gli eventi e le relazioni tenuti in relazione alla regione Marche. Nello stesso stand Marche sono stati presenti 38 operatori turistici marchigiani. Fra gli eventi svoltisi ricordiamo:

  • relazione di Gianluca Gregori, Pro Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, con il titolo di “Il turismo nelle Marche: fattore di sviluppo socio-economico molto rilevante e poco rilevato”
  • dibattito con l’assessore Pieroni, mediato da Alvin Crescini e Lucia Santini
  • dibattito con Luca Ceriscioli, presidente della Regione, con “Bilancio delle politiche turistiche della Regione Marche in questa legislatura regionale e adozione di strategie, obiettivi, programmi”
  • presentazione di “Ruolo della Camera di Commercio delle Marche per il Turismo e le possibili sinergie con la Regione Marche” a cura di Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche e di Massimiliano Polacco, direttore Confcommercio Marche

Gino Sabatini ha poi così commentato: “Mi piacerebbe che le Marche potessero vivere di turismo dodici mesi all’anno e continuare a migliorare il proprio posizionamento internazionale, anche sulla spinta dell’invito che il prestigioso domenicale del Times ha fatto, nelle scorse settimane, ai propri lettori sul web. Proprio il quotidiano del Regno Unito ha evidenziato e promosso quelli che sono i più significativi punti di forza del turismo marchigiano: il mare, gli Appennini, la cultura, l’enogastronomia e questo deve convincere l’intera filiera, pubblica e privata, ad accelerare ancora nel processo di diversificazione dell’offerta e nella destagionalizzazione”.

Importante è poi incrementare il turismo 4.0, perché il viaggiatore è sempre più tecnologico. Ed è fondamentale sottolineare il fatto che le Marche sono una regione che offre esperienze diverse. Lo diciamo sempre anche noi: le Marche sono poliedriche, potete trovare diversi tipi di turismo a poca distanza l’uno dall’altro, soddisfando così le esigenze di tutti.

Bit Milano 2019: le proposte della Cna

Alla Bit 2019 la Cna ha poi portato le proposte relative alle Marche del saper fare. Si tratta di dodici itinerari attivi da marzo a ottobre, dove verranno proposte le eccellenze del territorio, sia enogastronomiche che manifatturiere e artigianali:

  1. Morro d’Alba con la Lacrima
  2. Monte San Vito con l’olio della Fattoria Petrini
  3. Jesi con il Verdicchio
  4. vini e gli oli marchigiani di qualità
  5. Arcevia con le produzioni biologiche della Terra ed il Cielo
  6. prodotti biologici della cooperativa Girolomini della zona di Urbino
  7. Offida e colli ascolani con piatti tipici e musei
  8. Ancona con gli arazzi e i manufatti tessili della Congrega dell’artigiana Valeria David
  9. Ascoli con le ceramiche di Barbara Tomassini
  10. Castelfidardo con le fisarmoniche e i laboratori di Marco Tiranti (e col Museo della Fisarmonica)
  11. le calzature d’autore della zona di Fermo e Macerata
  12. Montappone con i maestri cappellai

Via | CentroPagina