Pubblicato in: Evergreen

Il Santo Patrono di Ancona, San Ciriaco di Gerusalemme

Patrizia Chimera 3 settimane fa
Santo Patrono di Ancona
Foto Pixabay

Chi è il Santo Patrono di Ancona? Chi è colui che dall’alto protegge tutti gli abitanti del capoluogo delle Marche? Il  suo nome è San Ciriaco di Gerusalemme. Le spoglie del Vescovo cattolico ucciso il primo maggiore 363 sotto l’impero di Flavio Claudio Giuliano sono conservate proprio in città.

San Ciriaco è anche noto con i nomi di Judas Kyriakos, Quiriacus, Quiricus. È nato a Gerusalemme ed è morto a Gerusalemme. Qual è allora il collegamento con la città di Ancona?

Come arrivare ad Ancona.

Chi è il Santo Patrono di Ancona

San Ciriaco Patrono di Ancona è nato a Gerusalemme con il nome di Giuda. Della sua vita non si sa molto. C’è chi sostiene che prima fosse rabbino presso una locale sinagoga.

Nel 326 l’Imperatrice Flavia Giulia Elena, che i cristiani venerano come Santa Elena Imperatrice, madre dell’Imperatore Costantino I noto per il suo Editto, andò in Terra Santa per cercare la croce di Cristo. Venne a sapere che il rabbino Giuda sapeva dove fosse seppellita, ma non voleva dirlo a nessuno. Venne lasciato sei giorni in una cisterna senza cibo prima di rivelare quello che sapeva. Il 3 maggio 326 la croce venne rinvenuta e il santo si convertì al Cristianesimo. Venne battezzato dal Vescovo di Gerusalemme Macario, che lo rinominò Ciriaco (dal greco “dedicato al Signore”).

Cominciò a diffondere la parola di Dio e a studiare i vangeli. Per questo venne nominato Vescovo di Gerusalemme da Papa Silvestro I nel 327. Divenne in seguito vescovo di Ancona. Nel 363 l’Imperatore Flavio Claudio Giuliano (ultimo Imperatore pagano), mentre il santo era in pellegrinaggio a Gerusalemme, ordinò che fosse incarcerato e torturato subendo la mutilazione della mano destro, l’obbligo di ingurgitare piombo fuso, fustigazione, serpi velenosi, pece bollente. Alla fine venne trafitto alla testa da una spada e morì, proprio mentre si trovava in Terra Santa.

Le spoglie del santo sono conservate presso il Duomo di Ancona (“el Domo de San Ceriàgo”).

Cosa vedere ad Ancona.

Patrono di Ancona, data

San Ciriaco è stato ucciso il primo maggio 363, ma la Chiesa Cattolica decise di fissare la data in ricordo del santo il 4 maggio, giorno nel quale si celebra il Ritrovamento della Vera Croce. Da allora San Ciriaco si celebra il 4 maggio di ogni anno. Dopo la Festa di San Ciriaco 2019, fervono i preparativi per la Festa di San Ciriaco 2020 ad Ancona. Festa che si tiene dal primo al 4 maggio e che termina con la Processione dal Santuario dedicato a San Ciriaco.

La data di San Ciriaco per la Chiesa Ortodossa è quella del 14 aprile.

Come arrivare all’aeroporto di Ancona.

Ciriaco onomastico

Se vi chiamate Ciriaco sono diversi i giorni in cui potreste festeggiare. Il giorno principale per i cattolici è il 4 maggio, ma ci sono anche altri santi che portano lo stesso nome:

  • 3 gennaio, beato Ciriaco Elia Chavara, fondatore
  • 28 febbraio, beato Ciriaco María Sancha y Hervás, cardinale
  • 6 marzo, san Quiriaco, sacerdote a Treviri
  • 2 maggio, san Ciriaco, martire con i santi Espero, Zoe e Teodulo in Attalia
  • 16 giugno, san Quirico, martire con la madre Giulitta
  • 18 giugno, san Ciriaco, martire con santa Paola in Africa
  • 8 agosto, san Ciriaco di Roma, diacono e martire
  • 21 agosto, santa Ciriaca di Roma, vedova e martire
  • 23 agosto, san Ciriaco, martire con altri compagni a Ostia
  • 19 settembre, san Ciriaco da Buonvicino, abate
  • 29 settembre, san Ciriaco o Quiriaco, eremita in Palestina
  • 24 ottobre, san Ciriaco, martire con san Claudiano a Gerapoli