Pubblicato in: Evergreen

Cosa vedere nelle Marche in due giorni per vacanze mordi e fuggi

Cosa vedere nelle Marche in due giorni
Foto Wikipedia @Enrico90p

Vacanze mordi e fuggi? Cosa vedere nelle Marche in due giorni? State tranquilli: potete riuscire a vedere di tutto anche in un lasso di tempo così breve. Vi suggeriamo tre itinerari da fare in due giorni, durante i quali potrete rilassarvi e passeggiare al mare, visitare chiese e castelli e meditare in santuari e chiese.

Siete pronti a scoprire le Marche in un weekend o in due giorni infrasettimanali? Rimarrete così affascinati che sicuramente la volta successiva tornerete per godervi una vacanza nelle Marche più lunga, dove ammirare tutto quello che c’è da vedere, dal mare all’entroterra!

Itinerario 1: dal castello di Gradara alla spiaggia di velluto di Senigallia

Organizzandosi bene, è possibile partire il primo giorno e arrivare al castello di Gradara. Castello e rocca sono tranquillamente visitabili in mezza giornata. Al pomeriggio, poi, partenza per Pesaro. Qui potrete scegliere se visitare il centro storico, incluso il Teatro Rossini e la Piazza del Popolo, o se rilassarvi in spiaggia.

Il secondo giorno, poi, potreste visitare Urbino, con il suo Palazzo Ducale e la Pinacoteca, salvo poi nel pomeriggio allungare un po’ per ammirare la Gola del Furlo e arrivare poi nel tardo pomeriggio a Senigallia. Anche qui potrete godervi una tranquilla passeggiata sul lungomare, su spiagge di sabbia finissima e scattare qualche foto alla Rotonda sul Mare. Oppure potreste dedicarvi al centro storico, con la sua Rocca Roveresca.

Pesaro
Pesaro Foto @Wikipedia

Itinerario 2: dalle montagne delle Grotte di Frasassi al mare della Riviera del Conero

Se preferite stare maggiormente a contatto con la natura, il primo giorno potreste dedicarlo al Parco Naturale della Gola Rossa: qui troverete le Grotte di Frasassi, visitabili anche per chi non è un esperto speleologo. Il posto è anche l’ideale per un pranzo al sacco. La sera potreste recarvi a Jesi, con la sua cinta muraria, il Palazzo Signorile e il Duomo.

Il secondo giorno potrete dedicarlo a visitare Ancona, il suo porto, il Lazzareto, l’Anfiteatro romanzo e l’Arco di Traiano, salvo poi recarvi in giornata lungo la Riviera del Conero. Se volete passare un po’ di relax al mare, qui troverete alcune delle spiagge più belle, fra cui la spiaggia delle Due Sorelle.

Itinerario 3: storia, arte, religione e mare da Loreto a San Benedetto del Tronto

Qui il viaggio si fa più serrato. Durante la prima giornata potreste passare la mattinata ritemprando lo spirito presso la Basilica di Loreto, scendendo poi nel pomeriggio fino a Recanati a rendere omaggio alla casa Natale di Giacomo Leopardi (se preferite passare il pomeriggio al mare allora potreste arrivare a Porto Recanati).

Il secondo giorno, partendo di buon mattino, potreste spingervi giù lungo la costa fino ad arrivare a San Benedetto del Tronto, con il suo lungomare ricco di palme, salvo poi recarvi nel pomeriggio ad Ascoli Piceno, città ricca di arte e storia con il Duomo, il Battistero e il Palazzo dei Capitani del Popolo.

Marche Weekend