Pubblicato in: Evergreen

Cosa fare nelle Marche in inverno

Manuela ChimeraManuela Chimera 1 settimana fa
Marche in inverno: Camerano (AN) sotto la neve
Foto: @Flickr - Enrico Matteucci

Se vi sono piaciute le Marche d’estate, impazzirete per le Marche in inverno. Già in autunno i colori dei campi e delle foglie degli alberi trasformano le Marche in un paesaggio da cartolina. In inverno, poi, le Marche assumono un fascino particolare: i piccoli borghi medievali che abbiamo ammirato d’estate sembrano quasi trasformarsi in piccoli presepi. Non mancano poi occasioni di svago per chi ama gli sport: impianti sportivi, piste da sci e snow park fanno la gioia di chi ama la neve.

Con una piccola chicca: ammirare il mare d’inverno, magari con una spolverata di neve sulla spiaggia, non ha prezzo. Preparate dunque le macchine fotografiche: le Marche in inverno vi aspettano.

Marche in inverno: snow park e piste da sci

Quando si pensa all’inverno, vengono subito in mente la neve e gli sport invernali. Se volete togliere le ragnatele dai vostri sci, nelle Marche troverete numerose piste da sci e impianti di risalita. Un’avvertenza: prima di dirigervi verso questi impianti, vi conviene sempre controllare le pagine Facebook e i siti ufficiali dei singoli impianti, per essere sicuri che siano aperti e agibili. Per esempio, ad Arquata del Tronto fino al 2016 era attivo l’impianto sciistico di Forca Canapine. Tuttavia, a seguito del terremoto, l’impianto è stato chiuso. Sul sito ufficiale di Forca Canapina, a causa delle strade inagibili, l’ultimo comunicato di fine 2017 parlava di impianti chiusi a causa del terremoto. Anche sul sito del turismo della Regione Marche, questo impianto risulta chiuso. Altri impianti che risultano chiusi per via del sisma sono quelli di Ussita-Frontignano e ontecopiolo – Eremo Carpegna e Villagrande

Anche sul sito degli impianti sciistici di Monte Piselli, in provincia di Ascoli Piceno, viene consigliato di contattare telefonicamente l’impianto per informazioni sullo stato della stazione sciistica. In teoria questo impianto vanta due impianti di risalita e cinque piste di discesa (tre rosse, una verde e una nera).

Un piccolo impianto sciistico si trova anche sul Monte Catria, a Frontone. Questo impianto è adatto a tutti, sia alle famiglie con bambini (ci sono campi scuola e un’area attrezzata per i più piccini), sia per chi ama il fuoripista. Non mancano poi sentieri per il trekking, l’escursionismo, il nordic walking e la mountain bike.

Troverete 5 piste anche sull’impianto sciistico di Monte Nerone, a Piobbico. Oltre alle piste, l’impianto è fornito di sciovia, skilift, snowpark, pista da bob e un campo scuola. L’anno scorso questo impianto era aperto al pubblico.

Se preferite lo sci di fondo, dovete dirigervi verso Piani di Ragnolo, dalle parti di Fiastra (frazione di Acquacanina). Aperto anche lo scorso anno, qui troverete l’unica pista da fondo permanente dell’Appennino Umbro-Marchigiano. Adatto anche per chi pratica sport con i cani da slitta.

Altri impianti sciistici piuttosto famosi nelle Marche sono quelli di Sarnano – Sassotetto e Santa Maria Maddalena, ontecopiolo – Eremo Carpegna e Villagrande e di Bolognola- Località Pintura.

Precisazione: prima di recarvi in questi impianti, contattateli sempre anche per sapere quanta neve sia caduta o se sia stata sparata la neve artificiale. Alcuni di questi impianti, infatti, vengono aperti solo se raggiunte determinate temperature ambientali, altri solo se c’è abbastanza neve.

Musei da visitare nelle Marche in inverno

Cosa c’è di meglio che rinchiudersi al calduccio in un museo d’inverno? Sono numerosi i musei delle Marche, non solo nei grandi capoluoghi di provincia, ma anche nei piccoli borghi potrete trovare piccoli musei che sono dei veri e propri gioielli.

Se puntate, però, ai musei più celebri delle Marche ricordiamo ad Ancona il particolarissimo Museo Tattile Statale Omero (adatto anche agli ipovedenti), il Museo Archeologico Nazionale delle Marche e il Museo della Città di Ancona. Passando a Pesaro, qui troverete Casa Rossini e i Musei Civici, mentre a Urbino meritano una visita la Galleria Nazionale delle Marche e il Palazzo Ducale.

Molto bello il Museo dell’Alto Medioevo di Ascoli Piceno, senza dimenticare il Museo della Ceramica. A Fermo, oltre alla Pinacoteca Civica, troverete l’originalissimo Museo della Pipa e i Musei Scientifici di Villa Vitali.

Da segnalare anche il Museo della Fisarmonica di Castelfidardo, il Museo speleo paleontologico e archeologico di Genga, il Museo di rievocazione storica di Mondavio e la Pinacoteca civica e Galleria d’Arte contemporanea di Jesi.

Ovviamente questi musei sono solo alcuni dei numerosi musei e gallerie d’arte presenti nelle Marche.

Il mare d’inverno

Se vi armate di giacche a vento pesanti, potrete scattare delle bellissime foto al mare d’inverno. Non solo a quello ufficiale delle spiagge di Marotta (ufficiale perché la famosa canzone Il Mare d’Inverno è stata scritta da Enrico Ruggeri proprio a Marotta, motivo per cui ha tenuto anche uno speciale concerto sul Molo nel corso della scorsa estate), ma su tutte le numerose spiagge delle Marche potrete ammirare la potenza del mare invernale, con nubi e cielo che sembrano dipinti.

Piste di pattinaggio sul ghiaccio

Un classico dell’inverno sono le piste di pattinaggio sul ghiaccio. Uno dei palazzetti del ghiaccio più famosi delle Marche, quello di Ussita, risulta attualmente chiuso a causa del sisma del 2016.

Trovate un Palaghiaccio al Paradise Playcenter di Monsano (AN): il Palaghiaccio è aperto da novembre in poi, ma offre una pista di pattinaggio su ghiaccio con possibilità di noleggiare l’attrezzatura e anche corsi per imparare a pattinare.

Sotto le feste di Natale, poi, diverse città realizzano delle piste da pattinaggio su ghiaccio in piazza temporanee. E’ il caso, per esempio, dei Mercatini di Natale di Pesaro: l’anno scorso sono stati allietati da una piccola pista nella piazza principale. Anche Urbino l’anno scorso ha beneficiato della pista di pattinaggio su ghiaccio più grande delle Marche, a Borgo Mercatale.

Borghi da visitare nelle Marche in inverno

Tutti i borghi e le città che abbiamo ammirato d’estate, con le loro atmosfere medievali, d’inverno assumono un nuovo volto. Passeggiare fra i vicoli sotto un cielo tempestoso o lungo le stradine magari innevate non ha prezzo. Corinaldo, Mondavio, Ascoli Piceno, Offagna, Castelfidardo, Osimo, Cingoli, Gradara, Loreto e Grottammare: sono solo alcuni dei borghi e delle città dai quali iniziare a visitare le Marche d’Inverno.

Fate solo attenzione alla neve e alle condizioni del tempo: molti di questi borghi si trovano abbastanza in alto, per cui attrezzatevi adeguatamente anche con le auto.