Pubblicato in: News

Presepe Vivente di Genga 2018/19: un presepe nelle grotte della Gola di Frasassi

Il Presepe Vivente di Genga, la Natività
Foto: Pagina Facebook del Presepe Vivente di Genga

Dopo un anno di pausa dovuto a lavori di manutenzione, torna a grande richiesta il Presepe Vivente di Genga nella Gola di Frasassi. Si tratta del presepe vivente più grande del mondo, ma la sua particolarità non finisce certo qui. I suoi 30.000 metri quadri si sviluppano fra le pareti di roccia e la gola delle Grotte di Frasassi, in una cornice naturale impossibile da replicare. In pratica il presepe è collocato lungo il costone di roccia che porta fino al Tempio del Valadier, altra bellezza architettonica locale da visitare. Due le date di questa edizione:

  • 26 dicembre 2018, Santo Stefano
  • 30 dicembre

La rappresentazione del 6 gennaio 2019, Epifania (Befana), non verrà effettuata.

Presepe Vivente di Genga: un presepio dal vivo

Il Presepe Vivente di Genga è studiato sin nei minimi dettagli. Tutti i costumi riproducono fedelmente quelli dell’epoca, ma non solo: i figuranti che preparano i cibi, li cuociono davvero e poi li distribuiscono ai visitatori. Insieme a tè caldo e vin brulè, assolutamente indispensabili viste le temperature freddine. Sono 300 i figuranti che rendono vivo questo Presepe che, ogni anno, sin dalla sua creazione nel 1981, attira tantissimi visitatori.

Una volta arrivati in auto al parcheggio delle Grotte di Frasassi, si potrà raggiungere l’inizio del percorso con una navetta appositamente messa a disposizione dall’organizzazione. Una volta arrivati, ecco che potrete ammirare i figuranti vestiti da soldati romani, centurioni, artigiani, contadini, pastori e popolani. Il sentiero nel bosco sarà poi illuminato con luci e ravvivato con suoni che rendono ancora più reale l’illusione di ritrovarsi nella vita della Palestina. La fine del tragitto non poteva che essere il Tempio del Valadier: accompagnati dal suono delle cornamuse, dovrete affrontare il tratto finale per arrivare sino alla Natività vera e propria.

Attenzione: l’ultimo tratto è lungo 700 metri e ha un dislivello di 300 metri, fattibile, ma un po’ di fiato serve, quindi prestate attenzione se soffrite di problemi di salute particolari. Anche i cani sono ammessi.

Presepe Vivente di Genga: informazioni e costo del biglietto

Prima di decidere di andare a visitare il Presepe Vivente di Genga, controllate sempre sul sito ufficiale dell’evento e sulla pagina Facebook che non ci siano state variazioni dell’ultimo minuto di date e orari. Ecco il costo del biglietto d’ingresso:

  • biglietto unico: 7.50 euro
  • i bambini sotto i 10 anni non pagano

Il sito, poi, offre alcune informazioni e raccomandazioni:

  • le rappresentazioni si tengono dalle ore 14.30 alle ore 18.30
  • non è possibile prenotare l’orario di visita (tranne le agenzie viaggio per evitare code alle casse, ma non si prenota l’orario, solo il biglietto)
  • chi ha prenotato, comunque, non può anticipare gli orari di visita o posticiparli e non ha diritto a saltare la fila che si forma, inevitabilmente, lungo il percorso del Presepe

Vi ricordiamo, poi, di vestirvi in maniera adeguata: è inverno e sarete in montagna, per cui giacconi caldi e scarpe adatte al percorso in montagna.

Come arrivare al Presepe Vivente di Genga?

Nella nostra guida alle Grotte di Frasassi, troverete le indicazioni per arrivare a Genga e alle Grotte. Vi ricordiamo che bisognerà lasciare la macchina nel parcheggio delle Grotte di Frasassi: da qui partiranno poi navette che vi condurranno al punto di inizio del percorso di visita.

Marche Weekend