Pubblicato in: Food

Fiera Nazionale del Tartufo a Sant’Angelo in Vado 2018: a tutto tartufo!

Fiera Nazionale del Tartufo a Sant’Angelo in Vado 2018: il tartufo

Ancora tartufo: rimaniamo in provincia di Pesaro e Urbino con la Fiera Nazionale del tartufo a Sant’Angelo in Vado 2018. Questo borgo medievale delle Marche ospita una delle fiere del tartufo più importanti di tutta Italia. Approdata alla sua 55esima edizione, saranno quattro i weekend della Mostra del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado:

  • 13-14 ottobre
  • 20-21 ottobre
  • 27-28 ottobre
  • 3-4 novembre

Questa fiera del tartufo è la seconda più antica d’Italia: prima di lei c’è solo quella di Alba, in Piemonte, mentre dopo di lei troviamo quella di Acqualagna. E’ un’occasione unica: potrete gustare il tartufo e ammirare la città di Sant’Angelo in Vado.

Fiera Nazionale del tartufo a Sant’Angelo in Vado 2018: programma

Sant’Angelo in Vado è una delle eccellenze italiane nella produzione del Tuber Magnatum Pico (meglio noto come tartufo bianco), ma anche del tartufo nero e del marzuolo. L’edizione di quest’anno della Mostra sarà improntata all’idea del “green”, con diverse iniziative dedicate al rispetto dell’ambiente e all’ecosostenibilità.

Quattro i weekend della Fiera Nazionale del tartufo a Sant’Angelo in Vado 2018. La manifestazione è composta da quattro presidi differenti, ognuno con un suo tema. Non mancheranno i classici stand nel centro storico: ci sono sia quelli enogastronomici che quelli dedicati all’artigianato e all’hobbistica. Speciali aree con laboratori, animazioni e musica saranno poi dedicate ai bambini.

Questa è anche l’occasione giusta per visitare Sant’Angelo in Vado: durante tutto il corso dell’evento, verranno organizzate visite ai musei e alle chiese della città, con anche mostre nei palazzi storici. Fra di essi, una visita la merita, di sicuro, la Domus del Mito. Si tratta di una Domus gentilizia perfettamente conservata, uno dei più grandi ritrovamenti archeologici degli ultimi cinquant’anni.

A proposito di buon cibo, durante la manifestazione si terranno dei cooking show con chef famosi. Fra di loro non possiamo non citare Antonio Ciotola, chef non vedente che nel 2014 è entrato di diritto nel gruppo dei cuochi migliori del mondo. Inoltre, da poco, ha partecipato accanto ad Antonino Cannavacciuolo al programma televisivo “Cucine da Incubo Italia”.

Non mancherà poi la consegna del Tartufo d’Oro, un premio annuale conferito a personaggi impegnati nel sociale (l’anno scorso il premio andò a Luca Cordero di Montezemolo, mentre nel 2016 a vincerlo fu Gabriel Garko). Non temano poi gli appassionati delle due ruote: si terrà il tradizionale Motoraduno dei Centauri, quest’anno giunto alla 40esima edizione. Tenete sempre sotto controllo il sito ufficiale dell’evento: potrebbero esserci variazioni di orario degli eventi del programma all’ultimo minuto, imprevedibili e non dipendenti dalla volontà degli organizzatori.

Come arrivare a Sant’Angelo in Vado?

Potete arrivare a Sant’Angelo in Vado in:

  • auto: dal versante adriatico, sia da nord che da sud, autostrada A14 fino a Fano, poi superstrada per Foosombrone, uscire per Urbino, a Fermignano prendere per Urbania e poi Sant’Angelo in Vado. Dal versante tirrenico, superstrada E45 fino a San Giustino (San Sepolcro), poi seguire per Urbino (attenzione che il passo di Bocca Trabaria è chiuso per una frana, quindi non passate di lì) e poi Sant’Angelo in Vado
  • treno: Sant’Angelo in Vado non ha una stazione ferroviaria. La più vicina è quella di Pesaro. Da qui si può raggiungere la città in autobus
Marche Weekend