Pubblicato in: News

Casa Leopardi: visita agli appartamenti privati del poeta

Manuela ChimeraManuela Chimera 3 settimane fa
Casa Leopardi
Foto: @Pagina Facebook Casa Leopardi

Segnatevi questa data: dal 21 marzo, per la prima volta in assoluto, Casa Leopardi a Recanati apre gli appartamenti privati di Giacomo Leopardi. Avete capito bene: una parte del piano nobile sarà finalmente accessibile al pubblico. Si tratta delle stanze dove Leopardi visse insieme ai suoi fratelli. Per l’occasione è stato istituito un nuovo itinerario di visita dal titolo “Ove abitai fanciullo”. In questo itinerario potremo ammirare:

  • saloni di rappresentanza del palazzo
  • galleria con le collezioni d’arte
  • giardino della Ricordanze
  • salottino
  • camere private del poeta

Casa Leopardi: le stanze private di Giacomo Leopardi

Finora precluse al pubblico, dal 21 marzo potrete seguire le orme di Giacomo Leopardi nelle stanze private. Erano le stanze di Giacomo e dei suoi fratelli da adolescenti, chiamate Brecce. Il padre di Giacomo, il conte Monaldo, decise di far costruire queste camere proprio fra i due giardini, quello a est e quello a ovest, per lasciare un po’ di spazio e intimità ai figli che stavano crescendo.

Si tratta di tre stanze una di fila all’altra, totalmente restaurate in modo da poter apprezzare al meglio le originali decorazioni pittoriche. Olimpia Leopardi, discendente di Giacomo Leopardi, ha parlato con soddisfazione dell’avvenuto restauro con successiva apertura al pubblico: “Questo progetto di restauro e di successiva apertura al pubblico degli spazi di Giacomo è stato fortemente voluto da mio padre Vanni e sono fiera di essere riuscita a portarlo a termine. Per la nostra famiglia è un momento importante e, mi auguro, possa esserlo anche per tutti coloro che hanno Giacomo nel cuore”.

Casa Leopardi, ormai, può essere considerata un vero e proprio complesso museale: qui, infatti, si possono visitare anche la Biblioteca, il Museo Leopardi del tutto rinnovato, il nuovo percorso “Ove abitai fanciullo” con le stanze private, l’itinerario “Io nel pensier mi fingò, viaggio virtuale nel suo immaginario poetico” e anche l’itinerario “Con gli occhi di Silvia” ovvero le stanze abitate da Teresa Fattorini (la Silvia della nota poesia).

Come arrivare a Recanati?

Potete arrivare a Recanati in: