Pubblicato in: Evergreen

Birdwatching nelle Marche, dove andare?

Manuela ChimeraManuela Chimera 4 settimane fa
Birdwatching nelle Marche
Foto: @Pixabay

Ci sono dei posti dove fare del birdwatching nelle Marche? Certo che sì, assolutamente. Nelle Marche ci sono molti Parchi e Riserve dove si possono ammirare diverse specie di uccelli, fra cui anche rapaci diurni e notturni. Il birdwatching è un vero e proprio hobby, amato da molte persone. Si tratta dell’osservazione e dello studio degli uccelli in natura. Prima di andare a vedere quali sono i posti nelle Marche dove fare birdwatching, vi ricordiamo due cose. Alcuni di questi parchi e riserve si trovano nelle province colpite dal terremoto del 2016. Prima di organizzare un’escursione in queste zone, assicuratevi sempre prima che le strade di accesso siano effettivamente agibili. La seconda cosa da tenere a mente è quella di fare molta attenzione durante il periodo della caccia, soprattutto se si decide di andare a fare birdwatching in aree non protette.

Birdwatching nelle Marche: Parco naturale regionale del Monte San Bartolo (PU)

Il Parco naturale regionale del Monte San Bartolo è stato creato nel 1994. E’ una delle quattro riserve della regione Marche. Al suo interno si alternano diversi paesaggi e ambienti, cosa che fa sì che qui si possano ammirare diverse specie di uccelli (e anche altri animali). Il punto di forza del Parco San Bartolo sono le numerose specie di uccelli migratori che di qui passano ogni stagione, cosa che rende il posto un paradiso per gli amanti del birdwatching. Tantissimi gli avvistamenti di rapaci, fra cui il falco pecchiaiolo, il falco di palude, il gheppio e il falco cuculo.

Birdwatching nelle Marche: Riserva Naturale Statale Gola del Furlo (PU)

La Gola o passo del Furlo è la gola attraverso la quale passava il tracciato originario della via Flaminia. Qui è stata istituita la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo. La Gola del Furlo, oltre ad essere una delle viste più scenografiche e mozzafiato delle Marche, è anche un posto ideale dove fare del birdwatching. Fra gli uccelli che qui si possono ammirare spicca lei, sua maestà la regina, l’Aquila reale. Nidifica lungo le pareti del M. Paganuccio. Altri uccelli che potete vedere sono il Falco pellegrino, il Lanario, il Gheppio, la Taccola, la Rondine montana, il Passero solitario e il Rondone maggiore. Ci sono anche stati avvistamenti del Picchio muraiolo e del Sordone. A valle della Riserva nidificano anche l’Airone cenerino, la Garzetta e la Nitticora.

Non mancano poi il Germano reale e il Cormorano lungo il fiume Candigliano. Spostandosi nei boschi, poi, sono stati individuati l’Allocco, il Colombaccio, lo Sparviere, il Picchio verde e il Picchio rosso maggiore, la Tordela, il Picchio muratore… Albanella minore, Falco pellegrino, Poiana, Gheppio, Lodaiolo e Biancone si trovano anche vicino ai prati più alti. Non dimentichiamoci poi delle Averle, Allodole, Ciuffolotti, Quaglie, Codirossone e del Piviere tortolino.

Birdwatching nelle Marche: Parco regionale del Conero (AN)

Il Parco regionale del Conero è un’area protetta delle Marche. Istituita nel 1987, lungo tutto il promontorio non mancano sentieri dove fare passeggiate e trekking. E magari dove fare un po’ di birdwatching. La Lipu stessa ha inserito il monte Conero fra i dieci migliori luoghi in Italia per fare del birdwatching. Punti di osservazione preferiti sono l’altopiano di Stiano, vicino alla Gradina del Poggio, le rupi di Pian Grande (con vista sul mare) e i laghi di Portonovo.

Qui potrete ammirare diverse specie di uccelli stanziali, fra cui Allocco, Civetta, Gufo comune, Barbagianni e Falco pellegrino fra i rapaci. Ci sono anche Allodola, Cardellino e Ghiandaia. Numerosi anche gli uccelli migratori, fra cui Usignolo, Upupa, Cuculo e Regolo. Non mancano poi il Passero solitario, la Rondine montana, il Rondone pallido, Gallinella d’acqua, Folaga migratrice, Martin pescatore e Usignolo di fiume. Potreste anche imbattervi in numerosi fagiani, introdotti dall’uomo.

Birdwatching nelle Marche: Parco naturale regionale della Gola della Rossa e Frasassi (AN)

Il Parco naturale regionale della Gola della Rossa e Frasassi è un’area naturale protetta delle Marche. Se andate a visitare le Grotte di Frasassi, non dimenticate che qui nidifica l’Aquila reale. Sono 105 le specie di uccelli nidificanti. Fra di essi, oltre l’Aquila reale, abbiamo l’Astore, il Nibbio reale, il falco Lanario, il Falco pellegrino e il Biancone. Non mancano rapaci notturni come la Civetta, il Barbagianni, il Gufo comune e l’Allocco. Ci sono anche stati avvistamenti del Gufo reale.

Birdwatching nelle Marche: Parco nazionale dei Monti Sibillini

Il Parco nazionale dei Monti Sibillini è un’area naturale protetta suddivisa fra le province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Perugia. Anche quest’area è ricca di fauna, tanto da essere un ottimo posto per del birdwatching. Qui sono stati avvistati l’Aquila reale, il Falco pellegrino, il Gheppio, la Poiana, la Civetta, l’Allocco, il Gufo e il Picchio verde.

Birdwatching nelle Marche: Riserva naturale regionale Sentina (AP)

Infine potete fare dell’ottimo birdwatcing anche nella Riserva naturale regionale Sentina. Si tratta di un’area naturale protetta situata alla foce del fiume Tronto, proprio all’interno del comune di San Benedetto del Tronto. Situata lungo le rotte di migrazione adriatiche, qui si possono osservare numerosi rapaci, uccelli acquatici e passeriformi. Sono circa 180 le specie di uccelli che nel corso degli anni sono state avvistate. Fra di esse abbiamo il Cavaliere d’Italia (fra l’altro il simbolo della Riserva), il Martin Pescatore, la Folaga, la Gru, la Garzetta, il Fratino, la Pavoncella, la Calandrella e il Falco di Palude.