Pubblicato in: News

Fase 2 dell’emergenza Coronavirus: cosa si può fare nelle Marche

Fase 2 Coronavirus nelle Marche
Foto: @Pixabay

Oggi inizia la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Con il Dpcm del 26 aprile 2020 il Governo ha fornito le linee guida da seguire per la graduale riapertura del Paese. Ma attenzione: ogni Regione ha poi modificato leggermente il Dpcm, sempre nei limiti consentiti dal decreto. Inoltre anche ogni Comune ha la facoltà di restringere ulteriormente quanto previsto dall’ordinanza, quindi per essere certi di ciò che si possa o non possa fare nel vostro Comune, contattate sempre il Comune o le forze dell’ordine locali. Ecco comunque tutto ciò che è previsto per la movimentazione nelle Marche: cosa si può fare e cosa non si può fare.

Fase 2 emergenza Coronavirus: spostamenti e passeggiate

Partiamo subito dagli spostamenti, ecco i punti chiave:

  • all’interno della Regione ci si può spostare per lavoro, per necessità, per motivi di salute, per incontrare i congiunti o anche per attività motorio/sportiva
  • fuori dalla Regione ci si può spostare solo ed esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, assoluta urgenza o motivi di salute. Tutto questo fermo restando che NON si può uscire delle Marche per visitare congiunti, per fare attività motoria o per andare nelle seconde case
  • chi vive nell’entroterra può andare in auto o con altro mezzo nel capoluogo di provincia o in una località sulla costa purché sia entro i confini regionali per fare una passeggiata o per svolgere attività motoria
  • si può andare nelle località entroterra, sempre entro i confini regionali, in auto o con altro mezzo per fare attività motoria (quindi per andare a passeggiare sui sentieri di montagna)
  • si può andare in auto a curare l’orto, ma ci può andare una sola persona, bisogna avere l’autocertificazione e avere con sé l’atto di proprietà, concessione o affitto. Bisogna fare la strada più corta e si può fare solo uno spostamento al giorno a tale scopo

Fase 2 emergenza Coronavirus: spiagge

Nelle Marche l’uso della spiaggia è permesso solamente per attività motoria o sportiva. Non ci si può sedere o fermare in spiaggia o nelle zone limitrofe. Si può fare il bagno solamente chi pratica sport acquatici individuali come canoa o surf.

E’ vietato prendere il sole. Inoltre ad Ancona è stato deciso di riaprire le spiagge dal 18 maggio.

Fase 2 emergenza Coronavirus: viaggi in auto

Nel caso dobbiate viaggiare in auto, possono viaggiare al massimo il conducente e un passeggero. Il passeggero, però, dovrà stare seduto nel sedile posteriore per mantenere la maggior distanza possibile. Questa limitazione non vale per i membri dello stesso nucleo famigliare che vivono insieme.

Fase 2 emergenza Coronavirus: seconde case

Per chi ha una seconda casa, è possibile recarvisi solo per motivi di necessità (per esempio per fare riparazioni). Ma attenzione:

  • ci si può recare nella seconda casa solo se si trova entro i confini della Regione di residenza
  • non ci si può fermare a dormire nella seconda casa, si va e si torna in giornata

Fase 2 emergenza Coronavirus: affetti stabili

Precisazione per gli affetti stabili: sono permessi gli spostanti all’interno della Regione per andare a trovare congiunti e affetti stabili. Gli amici non rientrano né negli affetti stabili né nei congiunti. Tradotto: non potete andare a trovare gli amici. Non si può andare a trovare congiunti e affetti stabili al di fuori della Regione.

Fase 2 emergenza Coronavirus: dispositivi di protezione individuale

Per quanto riguarda l’uso dei dispositivi di protezione individuale come le mascherine, non sono obbligatori all’aperto, ma lo diventano nei luoghi chiusi e accessibili al pubblico come:

  • negozi
  • centri commerciali
  • mezzi pubblici
  • quando non è possibile mantenere la distanza di sicurezza (per esempio se accompagnati da minori o persone non autosufficienti)

Consiglio: portatela sempre dietro, anche se andate a fare attività motoria da soli, non si sa mai quando può tornare utile. A proposito: l’attività motoria deve essere fatta da soli e rimanendo a due metri di distanza (un metro per la camminata) da altre persone. Rimangono vietati gli sport di gruppo e le attività motorie in compagnia di altre persone, ivi comprese le passeggiate. Vietato anche giocare a palla nei parchi giochi o utilizzare gli attrezzi e i giochi presenti in essi. Occhio che alcuni Comuni permettono di camminare nei parchi, ma altri li tengono ancora chiusi.

Le mascherine non sono obbligatorie per i bambini al di sotto dei 6 anni, per chi corre o per chi va in bici. Non c’è obbligo di indossare i guanti.

Fase 2 emergenza Coronavirus: spesa

Fermo restando che per entrare in negozi e centri commerciali è obbligatoria la mascherina (ci raccomandiamo: chirurgiche o FFP2/FFP3 senza valvola, non usate quelle con la valvola perché se siete asintomatici rischiate di contagiare tutti quelli che vi circondano), prima di andare a fare la spesa in un negozio/supermercato fuori dal confine del vostro Comune vi consigliamo di contattare le forze dell’ordine per assicurarvi che non ci siano ordinanze comunali differenti.

Fase 2 emergenza Coronavirus: modulo autocertificazione

Seguendo questo link trovate il novo modello dell’autocertificazione per gli spostamenti presente sul sito del Ministero dell’Interno, lo stesso di cui abbiamo parlato ieri nell’apposito articolo sull’auocertificazione. Ve lo postiamo anche qui nel caso vogliate scaricarlo direttamente:

Nuovo modello autocertificazione

A proposito dell’autocertificazione: non viene specificato quante volte al giorno si possa usare la medesima giustificazione tranne quando si va nell’orto e quando si fa manutenzione a natanti e imbarcazioni (in questo caso si può andare solo una volta al giorno).

Marche Weekend