Pubblicato in: Evergreen

Abbazia Benedettina San Michele Arcangelo di Lamoli di Borgo Pace, viaggio nella spirualità

L'Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace
Foto: @Pagina Facebook Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace

In provincia di PesaroUrbino sorge l’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace. Se volete trascorrere un giorno all’insegna della meditazione e della spiritualità, è qui che dovete venire. L’Abbazia sorge sulle pendici dell’Appennino Umbro-Marchigiano. Nel corso del tempo il complesso ha subito diversi rimaneggiamenti e attualmente rimangono in piedi la chiesa, il monastero e la foresteria. In particolare la chiesa presenta una facciata a doppio spiovente con un piccolo rosone. Ha tre navate (quella di destra in particolare è composta da otto arcate di misure diverse), l’abside e la cripta. C’è anche un campanile a vela.

Per gli orari di apertura e gli eventi organizzati presso l’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli, ricordatevi di tenere sempre sotto controllo il sito ufficiale e la pagina Facebook.

Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace: storia e origini

Si pensa che l’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli sia stata costruita insieme a quella di Scalocchio (Abbazia benedettina che si trova sul versante umbro della montagna) intorno al 543 dC, poco dopo la morte di San Benedetto. In effetti, proprio in epoca longobarda, vennero costruiti molti siti religiosi dedicati all’Arcangelo San Michele.

La scelta di Lamoli come sede dell’Abbazia non fu certo casuale: all’epoca si trovava su una delle principali vie commerciali fra Urbino e Roma, oltre ad essere luogo ideale per i pellegrini che dalla valle del Tevere arrivavano all’Adriatico. Tuttavia le prime notizie ufficiali di questa Abbazia risalgono al 1218, quando c’era anche la fortezza del Castellaccio a nord a difendere il territorio. Inoltre sul colle di Borgo Pace c’era anche il Castrum Bovie (Badie) a contribuire alla difese. Successivamente l’Abbazia divenne un Vicariato che controllava molti dei castelli della zona: all’epoca anche l’Abbazia di Scalocchio (che faceva parte della diocesi di Città di Castello) era di pertinenza dell’Abbazia di San Michele Arcangelo.

Tuttavia nel 1422 i Benedettini dovettero cedere l’Abbazia agli Abati Commendari. Nel 1848, poi, l’Abbazia passò al Capitolo della Cattedrale di Sant’Angelo in Vado, diventando una parrocchia.

Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace: cosa vedere all’esterno

Arrivando all’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli troverete una chiesa di stile romanico: l’interno ha finestre piccole, con tante zone di penombra, in modo da aiutare i pellegrini e i visitatori a pregare meglio. Nel corso del tempo l’Abbazia è stata rimaneggiata e restaurata, ma l’aspetto originale è rimasto più o meno uguale. Il portale è sovrastato da un piccolo rosone.

Dell’intero complesso originario rimangono in piedi la chiesa dell’Abbazia del VII secolo con tre navate, abside, cripta e campanile, il monastero (ora casa canonica e albergo) e il chiostro con il Museo dei Colori naturali.

Il tutto immerso in un paesaggio montano ricco di fascino, con vista spettacolare sulle montagne.

Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace: cosa vedere all’interno

L’interno dell’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli si presenta in stile tardo romanica, con tre navate, il presbiterio rialzato e l’abside semicircolare. La navata centrale è più alta delle laterali e molto più grande, mentre la copertura attuale è a capriate. La cripta è stata, verosimilmente, ricostruita nel corso dell’ultimo restauro, quello del 1950-1954.

All’interno dell’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace sono conservate numerose opere d’arte. Ci sono affreschi della scuola umbra risalenti alla fine del XV secolo che raffigurano la Madonna sul trono che allatta il Bambino, un San Giuliano e un San Rocco. Inoltre sono presenti anche un Crocifisso ligneo appartenente alla scuola di Brunelleschi e diversi frammenti di sculture, conservati nella cripta.

Da ammirare anche la tempera su tavola dell’Eterno Padre tra due Angeli di Raffaelin del Colle. Si dice che la tavola sia stata lasciata in chiesa da un ladro pentito del furto.

Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli e FAI

Da segnalare anche come l’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli sia arrivata ottava in classifica nel nono censimento del FAI del 2018, I Luoghi del Cuore con ben 24.742 voti. Questo luogo è stato votato anche nel:

  • 2004: 427esimo posto, 4 voti
  • 2012: 5.309esimo posto, 3 voti
  • 2014: 7.864esimo posto, 2 voti
  • 2016: 36esimo posto, 8.605 voti
  • 2018: ottavo posto, 24.742 voti

Come arrivare all’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace?

L’Abbazia di San Michele Arcangelo si trova a Lamoli, una frazione del comune di Borgo Pace, in provincia di Pesaro-Urbino. Lamoli sorge proprio alle pendici dell’Appennino Umbro-Marchigiano, lungo la strada che conduce al valico di Bocca Trabaria (ancora chiusa a inizio 2019 a causa prima della frana e poi dei lavori per il ritrovamento di alcuni ordigni bellici). Se arrivate a Lamoli partendo dalla riviera adriatica, dovrete prendere la strada per Urbino, continuare per Fermignano, risalire la valle del Metauro lungo la statale 73 bis, attraversare le città di Urbania, Sant’Angelo in Vado, Mercatello sul Metauro e Borgo Pace, fino ad arrivare a Lamoli.

Maggiori problemi si hanno per chi arriva dal versante umbro e toscano. Questo perché, in teoria, bisognerebbe prendere la E45, uscire a San Giustino e proseguire per il valico di Bocca Trabaria. Il problema è che, nel momento in cui scriviamo l’articolo, la strada risulta ancora chiusa in località San Giustino, con gravi disagi per chi deve passare dalla valle dell’Alto Metauro alla Valtiberina e viceversa. Essendo il valico chiuso, si è costretti a percorrere strade secondarie come quella di Bocca Serriola, passare per Apecchio o usare la strada secondaria comunale di Fienaie.

Marche Weekend