Pubblicato in: Evergreen

Dove si trova la stanza di Paolo e Francesca? Storia di un amore dantesco

Manuela ChimeraManuela Chimera 4 settimane fa
La stanza di Paolo e Francesca a Gradara
Foto: @Carlo Arienti (1801 – 1873) [Public domain], via Wikimedia Commons

Uno dei canti più celebri della Divina Commedia di Dante Alighieri è di sicuro il V dell’Inferno. Tutto merito della tragica storia di Paolo e Francesca narrata dal Vate. Ma dove si trova la stanza di Paolo e Francesca? Dove possiamo visitare il luogo dove un amore così infelice ebbe il suo drammatico epilogo? Ebbene, basta recarsi nelle Marche. Più precisamente a Gradara. Ebbene sì, proprio nella stupenda Rocca di Gradara, si consumò questa storia d’amore. Ma qual è la storia di questo amore dantesco? E come arrivare a Gradara? Potrebbe essere un’ottima idea per un romantico viaggio per San Valentino (anche se si spera con un finale migliore!).

Gradara
Foto: @Enrico90p [Public domain], from Wikimedia Commons

La storia vera di Paolo e Francesca

E’ lo stesso sito ufficiale di Gradara a raccontarci la storia dell’amore di Paolo e Francesca. E questo perché i due vissero proprio in quei luoghi. Dante non inventò nulla: questa è una storia vera. Paolo e Francesca sono due personaggi storici, realmente esistiti e la loro vicenda è ben documentata.

Francesca da Polenta era la figlia di Guido Minore, il Signore di Ravenna e Cervia. Come tutte le fanciulle altolocate dell’epoca, auspicava che il padre le organizzasse un matrimonio con un giovane gentile e di bell’aspetto. Ma niente da fare: nel 1275 Guido da Polenta decide di far maritare la figlia con Giovanni Malatesta, d’accordo anche con Malatesta da Verucchio (il Mastin Vecchio o il Centenario). Giovanni Malatesta era soprannominato Giangiotto Johannes Zoctus o Giovanni zoppo.

Giovanni Malatesta era quanto di più lontano potesse esserci dai sogni romantici di Francesca. In molti cercarono di far cambiare idea a Guido: la figlia era bella e dalla nobile anima e sarebbe stata assai scontenta di Giangiotto. Ma Guido non poteva fare marcia indietro: Giangiotto lo aveva aiutato a cacciare i suoi nemici, i Traversari.

La stanza di Paolo e Francesca si trova a… Gradara

Vi starete chiedendo cosa c’entri Gradara in tutto ciò. Con un attimo di pazienza ci arriviamo. Guido, temendo un rifiuto da parte di Francesca, decise di ingannare la giovane. Spedirono a Ravenna il fratello di Giangiotto, chiamato Paolo il Bello. Ovviamente Francesca, vedendo un giovane simpatico e di bell’aspetto, fu più che contenta di acconsentire alle nozze. Peccato che non sapeva che Paolo la stesse sposando per procura, a nome del fratello Giangiotto.

La poveretta scoprì l’inganno solamente la mattina seguente alle nozze: al posto del bel Paolo, nel letto accanto a lei c’era Giangiotto. Rassegnata al suo triste destino, Francesca ebbe anche una figlia, Concordia, dal nome della suocera. Giangiotto e Francesca vivevano a Gradara e da qui spesso passava anche Paolo, il quale faceva spesso visita alla cognata. Probabilmente si vergognava anche della parte avuta nell’inganno.

Tuttavia, un altro dei fratelli, Malatestino dell’Occhio (così chiamato perché gli era rimasto un solo occhio, ma sapeva tutto e di tutti), scoprì questi incontri clandestini fra Paolo e Francesca. Fu probabilmente lui a fare la spia presso Giangiotto nel settembre 1289.

Giangiotto decise così di tendere un agguato ai due probabili amanti. Ogni mattina Giangiotto andava a Pesaro per svolgere il suo incarico di Podestà, ma senza portarsi dietro tutte le volte la famiglia. Solitamente tornava tardi, così anche quel giorno fece finta di partire. Tuttavia rientrò in casa tramite un passaggio segreto e scoprì i due mentre si scambiavano un casto bacio, spinti dall’entusiasmo per la lettura della storia fra Lancillotto e Ginevra.

Proprio nel momento del bacio, Giangiotto aprì la porta ed estrasse la spada, furente per la gelosia. Paolo tentò di fuggire scappando da una botola, ma il vestito si impigliò in un chiodo. Quindi fu costretto a tornare indietro, ma mentre Giangiotto stava per colpirlo, ecco che Francesca si frappose fra i due, per cercare di salvare Paolo. Ma Giangiotto li colpì a morte entrambi.

Come arrivare a Gradara?

Se volete fare un salto a Gradara, trovate tutte le indicazioni su come arrivare e cosa visitare nel nostro articolo in merito.