Pubblicato in: Evergreen

Weekend fuori porta nelle Marche: in campeggio tra mare e natura

News Partner 3 settimane fa
campeggi-marche-min

Un risveglio nel silenzio, un pranzo sul mare e una cena al tramonto con vista sulle colline: ci sono regioni che sembrano fatte per lasciare il segno nell’immaginario del turista. Le Marche ne sono un esempio, poiché tra città d’arte, spiagge morbide e luoghi incantevoli, custodiscono alcuni degli scenari più incredibili d’Italia. Non a caso, per coloro che vogliono staccare la spina e allontanarsi dal fragore della città, la regione è una delle prime opzioni in cima alla lista, soprattutto quando si tratta di una vacanza a stretto contatto con la natura.

I campeggiatori lo sanno bene, specie quando sono in cerca un weekend fuori porta all’insegna del relax e lo trovano tra il verde delle colline o delle montagne, come nella zona del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, oppure lungo le belle spiagge della regione, visto che i campeggi nelle Marche sul mare di certo non mancano.

Weekend nelle Marche: spiagge, escursioni e luoghi da non perdere

Le spiagge – Fano, Numana, Senigallia, Cattolica…La lista delle spiagge della regione è ricca e variegata, capace di spaziare dai tratti più sabbiosi a quelli più rocciosi. Se raggiungerle facilmente, talvolta direttamente a piedi, è uno degli obiettivi dell’estate, niente come alcuni campeggi marchigiani esaudiscono il desiderio alla perfezione. Infatti, soggiornare in un bungalow nelle Marche permette di adottare un approccio estremamente flessibile, permettendo di spaziare tra mete differenti senza rinunciare al comfort, ai servizi estivi indispensabili, come accesso al mare e alla piscina, e soprattutto senza richiedere uno sborso economico esoso.

Unire insieme romanticismo, spirito di avventura e voglia di esplorare può portare a riscoprire spiagge come quelle di Gabicce, in provincia di Pesaro e Urbino, o quella delle Due Sorelle, nei pressi di Ancona. In alternativa, si possono visitare le località marinare più in vista, come San Benedetto del Tronto e Porto San Giorgio.

Escursioni – Un buon campeggio può diventare anche un ottimo punto di partenza per delle escursioni nelle vicinanze. Tra i percorsi di trekking delle Marche, spicca il tragitto che attraversa il Parco Regionale del Monte Conero, articolato in diversi sentieri naturalistici che si allungano verso il monte o, al contrario, verso la costa.

Nei pressi del Lago di Fiastra, in provincia di Macerata, si snoda il percorso delle Lame Rosse, che prende il nome dalle formazioni naturali di ghiaia e argilla lungo tragitto: non a caso, la zona è nota anche come Gran Canyon delle Marche.

Infine, nel comune di Acquasanta Terme, in provincia di Ascoli Piceno, si snoda un sentiero tra i castagni, che conduce direttamente alla cascata della Prata e a numerosi altri ruscelli, che creano un paesaggio unico nel suo genere.

Borghi e città – Impossibile da dimenticare è la visita a Urbino, legata a doppio filo al nome di Raffaello, e al castello di Gradara, dove venne vissuta la storia d’amore tra Paolo e Francesca, resa eterna da Dante nel Canto V dell’Inferno. Aggiungiamo poi città come Fabriano, la città della carta, o Jesi, dove nacque l’imperatore Federico II, passato alla storia come ‘stupor mundi’. Chiudono il quadro Macerata, con la sua storica università, Recanati, legata indissolubilmente a Giacomo Leopardi, e Ancona, la città nata dal mare.

Fin qui abbiamo solo abbozzato qualche proposta tra le tante della regione, ma una cosa è certa: un weekend nelle Marche fuori porta è il compromesso perfetto per una vacanza tra mare, natura e scoperta.