Pubblicato in: Evergreen

Spiagge per cani nelle Marche: stabilimenti e consigli per vacanze pet friendly

Spiagge per cani

Spiagge per cani nelle Marche, esistono davvero? Assolutamente sì, ma se volete viaggiare con i vostri cani dovete fare attenzione a un paio di cose. In determinati periodi dell’anno (variabili da Comune a Comune) è vietato portare i cani in spiaggia e farli tuffare in acqua. Tuttavia, per ovviare a questo problema, sono state create diverse spiagge per cani.

Alcune tra queste spiagge, tra le più belle d’Italia, hanno accesso al mare, altre no. In molte ci sono sgambatoi, in alcune si può affittare un ombrellone sotto il quale stare insieme al proprio cane. Non è poi insolito che in queste spiagge per cani vengano organizzati incontri ed eventi con esperti del settore come educatori cinofili e associazioni di tutela degli animali.

Attenzione però: alcune spiagge potrebbero variare la loro attività nel corso del tempo, quindi assicuratevi sempre per tempo che quella spiaggia per cani sia effettivamente ancora attiva.

Spiagge per cani in provincia di Pesaro – Urbino

Gabicce Mare: qui trovate la spiaggia Bau Beach, dove è possibile accedere solamente se il cane è al guinzaglio e ha con sé dietro il libretto con le vaccinazioni in regola

Fano: nella frazione di Ponte Sasso è attiva la spiaggia per cani Islamorada. Anche qui il cane va tenuto a guinzaglio e la spiaggia vanta anche l’assistenza veterinaria se necessaria. Inoltre sono disponibili spazi all’ombra per i proprietari e i cani e uno sgambatoio. Sempre a Fano troverete anche Animalido Dog Beach, in zona Arzilla: accetta cani di ogni taglia e ha anche degli esperti educatori cinofili a disposizione. Inoltre è aperta tutto l’anno

Marotta: sul Lungomare Cristoforo Colombo, nella zona delle Vele, è stata adibita un’area come spiaggia per cani. Purtroppo i cani non possono accedere al mare

Spiagge per cani in provincia di Ancona, tra Numana e Senigallia

Senigallia: qui trovate una celebre spiaggia per cani, lo stabilimento Scooby Doo. Propone docce, punti dove fare uno snack, aree verdi e lettini. Sempre a Senigallia c’è l’altrettanto famosa Baia Canaria, anche qui con lettini e ciotole personalizzate per ogni ospite canino, una parte dove sgranchirsi le zampe, materassini refrigerati e anche assistenza veterinaria se necessaria

Numana: qui trovate Crazy Beach, dove è possibile far andare il cane anche in acqua. Sempre a Numana, vicino allo stabilimento 47 c’è una parte di spiaggia in cui è possibile far accedere il cane, ma senza farlo andare in acqua e solo di piccola taglia.

Spiagge per cani

Spiagge per cani in provincia di Ascoli – Piceno

Grottammare: alla foce del fiume Tesino si trova la Spiaggia Libera 14, accessibile ai cani. La spiaggia è particolarmente confortevole in quanto ha degli spazi per gli ombrelloni, una fontanella, docce, siepi e cespugli per l’ombra

Spiagge per cani a Porto Recanati, in provincia di Macerata

Porto Recanati: qui i cani possono accedere in spiaggia solamente a sud del fiume Potenza, ma senza andare in acqua. Se volete fargli fare il bagno, allora dovete andare fra la Lega Navale e il Bar Conero

Nelle Marche sono ammessi i cani negli stabilimenti balneari?

Vale la pena sottolineare come molti stabilimenti balneari delle Marche accettino i cani. Alcuni hanno delle piccole aree loro adibite, altri consentono di tenerli con sé sotto l’ombrellone. Non tutti gli stabilimenti, però, lo fanno: dovete sempre contattare i singoli stabilimenti per chiedere se accettano e animali e quali requisiti debbano avere (guinzaglio, museruola, vaccinazioni, taglia…).

Quando andate al mare col cane, poi, ricordatevi sempre di non dimenticare tutto il necessario: anche se la spiaggia dovesse offrire ciotole e snack, è sempre meglio avere con sé l’indispensabile. Portate allora ciotole, cibo, acqua, sacchettini per le feci, guinzaglio, pettorina/collare, museruola e tutto quello di cui potete avere bisogno.

Potrebbe essere utile anche un asciugamano in più per il cane: la sabbia è calda per loro quanto per noi. Attenzione poi a farli camminare sulla sabbia, asfalto, rocce o sassi caldi: il rischio di ustione ai polpastrelli è sempre dietro l’angolo.

Occhio poi al colpo di sole e al colpo di calore: non potendo sudare, i cani hanno una minor efficienza nel disperdere il calore in eccesso e d’estate sono frequenti i colpi di calore. Non lasciateli mai al sole e anche quando sono all’ombra, assicuratevi che abbiano sempre acqua fresca a disposizione e che sia abbastanza ventilato.

Spiagge per cani: la sentenza del Tar del Lazio

Il Tar del Lazio, così come già affermato dal Tar della Calabria nel 2014, con sentenza numero 176 dell’11 marzo 2019, ha ritenuto illegittima l’ordinanza del Comune di Latina che vietava l’ingresso dei cani in spiaggia anche se con museruola e guinzaglio, durante tutta la stagione balneare. La decisione del Comune di Latina è stata ritenuta “irragionevole e illogica”, in quanto il Comune ha il potere di individuare quelle zone dell’arenile adatte ad accogliere i cani.

Infatti, impedire del tutto l’accesso ai cani nelle spiagge libere impedisce ai proprietari di cani che non vogliono usufruire di stabilimenti balneari che accettano i cani, di usufruire del diritto di accedere alla spiaggia libera. Che tradotto vuol dire: se paghi e trovi uno stabilimento che accetta i cani, puoi andare in spiaggia col cane. Se non paghi perché vuoi usare la spiaggia libera, allora non puoi andare in spiaggia col cane. Questa senza del Tar, dunque, potrebbe ribaltare le carte in tutti quei comuni marittimi che vietano ovunque la presenza dei cani.

Etichette:
Marche Weekend