Pubblicato in: Evergreen

Al mare ad Ancona: le spiagge libere più belle e attrezzate

spiagge libere ancona
Foto: Flickr - antoniocastagna

C’è chi ama gli stabilimenti balneari e chi preferisce le spiagge libere. Per questi ultimi, in Ancona e provincia sono presenti diversi tratti dove godere del mare senza spendere un quattrino.

In queste spiagge non troverete i classici stabilimenti balneari, tuttavia in alcuni casi sono strutture e servizi come docce e bagni. Ovviamente non in tutte li troverete: alcune spiagge libere non presentano nessun tipo di servizio, per cui, per sicurezza, vi conviene attrezzarvi adeguatamente da casa.

Le spiagge libere di Ancona

Se andate a Torrette di Ancona e a Palombina trovate diversi tratti di spiaggia libera. Anche nella spiaggia roccioso del Passetto, sul lato sinistro, trovate un pezzo di spiaggia libera. Se preferite Portonovo, qui gli stabilimenti balneari si alternano a tratti di spiaggia libera (è una spiaggia di sassi bianchi). Portonovo è una delle mete preferite dai surfisti. Il parcheggio vicino alla spiaggia ha pochi posti. Nel caso fosse pieno, si può lasciare la macchina sulla strada e poi da qui prendere l’apposito bus.

Tutta la spiaggia di Mezzavalle è libera, raggiungibile tramite due sentieri pedonali collegati alla strada provinciale del Monte Conero: non sono lunghissimi, ma alcuni tratti sono piuttosto ripidi. I sentieri partono da Portonovo, ma se preferite, potete raggiungerla in barca. Questa è una spiaggia senza stabilimenti, ma fornita di servizi minimi: troverete bagni, docce e anche un ristorante.

Sul lato nord del Conero, trovate anche la spiaggia de La Vela, dallo scoglio che si trova dirimpetto la parte finale. Anche questa è una spiaggia di sassi bianchi, raggiungibile tramite stradina collegata alla strada provinciale. Come nel caso di Portonovo, esiste un servizio navetta che collega la strada alla spiaggia.

Se preferite colori più scuri, ci sarebbe anche la spiaggia dei Sassi Neri, con ciottoli nerastri. Potete raggiungerla dal Parco della Repubblica di Sirolo o con autobus dal Municipio di Sirolo, ma attenzione: è meta preferita dei naturalisti. Vicino a questa spiaggia, ma separata dalla falesia, c’è anche la spiaggia di San Michele: la si raggiunge a piedi o in autobus e vanta tratti di spiaggia attrezzati alternati a tratti di spiaggia libera.

Infine non possiamo non citare la spiaggia delle Due Sorelle, la più famosa della zona. In questo caso il problema è che la spiaggia è attualmente accessibile solamente via mare dal porto di Numana: un tempo c’era un sentiero piuttosto ripido con cui arrivarvi, ma è chiuso a causa di problemi di sicurezza. È una spiaggia libera e selvaggia, non ci sono servizi o stabilimenti di nessun tipo, sarete immersi nella natura più incontaminata.

Etichette:
Marche Weekend