Pubblicato in: Concerti

RisorgiMarche 2018: torna il festival musicale della solidarietà

RisorgiMarche
Foto: @Pagina Facebook di RisorgiMarche

Sta per arrivare la seconda edizione di RisorgiMarche. A dare l’annuncio della nascita di RisorgiMarche 2018 ci ha pensato qualche tempo fa lo stesso Neri Marcorè, tramite una diretta Skype da Barletta alla scorsa edizione del Bit:

Poteva finire lì, con la prima edizione che aveva avuto lo scopo di stare vicini alle popolazioni colpite dal sisma e invece l’entusiasmo e la risposta oltre le aspettative di 80 mila persone lo scorso anno ci hanno fatto decidere per RisorgiMarche 2018. Sarà una formula leggermente riveduta e corretta, pur mantenendo la filosofia di un festival all’aria aperta per ammirare i paesaggi bellissimi delle Marche, sarà più ampia sia sotto il profilo della proposta, aprendo oltre che ai cantanti, anche agli attori con recital e reading, sia nelle modalità di svolgimento con momenti di dibattito e scambio di esperienze sulla valorizzazione dei territori colpiti dal sisma.

Andiamo subito a scoprire quali saranno le date dei concerti e i cantanti che si esibiranno sul palco di RisorgiMarche 2018. A concludere il ciclo di concerti, poi, a sorpresa ci sarà Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti: il cantante si esibirà domenica 5 agosto proprio sui prati dell’Abbazia di Roti, vicino a Matelica. A dare la lieta notizia è stato proprio Neri Marcorè, durante il suo concerto (tenuto insieme agli Gnu Quartet) a San Giacomo di Valle Castellana, il 2 agosto. La conferma è, poi, arrivata anche sulla pagina Facebook di RisorgiMarche:

Visto che ci piacciono le sorprese… BOOM!!! Domenica, come appena annunciato da Neri, con noi ci sarà Lorenzo. Un set speciale, solo per #RisorgiMarche

Pubblicato da RisorgiMarche su Giovedì 2 agosto 2018

Neri Marcorè a RisorgiMarche
Foto: @Pagina Facebook di RisorgiMarche

RisorgiMarche 2018: il programma e gli artisti in calendario

Per quanto concerne il programma dei concerti di RisorgiMarche 2018, queste sono le date e i cantanti che si esibiranno quest’anno:

  • domenica 1 luglio, Forca di Presta Arquata del Tronto (AP): Piero Pelù
  • martedì 3 luglio, Piani di Crispiero – Monte d’Aria Castelraimondo/Camerino Serrapetrona (MC): Angelo Branduardi
  • venerdì 6 luglio, La Roccaccia / San Lorenzo San Severino Marche / Treia (MC): Simone Cristicchi e Gnu Quartet
  • sabato 7 luglio, Pizzo Meta Sarnano / Bolognola (MC): Mario Biondi
  • lunedì 9 luglio, Monte Torrone Ussita/Visso/Castelsantangelo sul Nera (MC): Alex Britti
  • sabato 14 luglio, Prati di Monte Vermenone Fiuminata / Sefro (MC): Noa
  • domenica 15 luglio, Piano della Minutella – Monte Corneto – Monte Scalette Serravalle di Chienti (MC): Clementino
  • martedì 17 luglio, Poggio della Pagnotta – chiesa Santa Maria Maddalena Valfornace/Caldarola (MC): Luca Carboni
  • lunedì 23 luglio, Piani di Cagnano Acquasanta Terme (AP): Irene Grandi
  • venerdì 27 luglio, Monte La Torre – Quinzano Force (AP): Andrea Mirò
  • sabato 28 luglio, Campi di Vetice Montefortino (FM): Paolo Belli e la Big Band
  • martedì 31 luglio, Casalicchio Amandola (FM): Festa a sorpresa
  • mercoledì 1 agosto, Pian della Cuna di Fematre Visso/Pievetorina/Montecavallo (MC): Toquinho
  • giovedì 2 agosto, San Giacomo – Monte Piselli e Montagna dei Fiori Ascoli Piceno (AP): Neri Marcorè e Gnu Quartet
  • domenica 5 agosto, Abbazia di Roti: Lorenzo Cherubini aka Jovanotti

Ricordiamo che tutti i concerti saranno ad ingresso gratuito e cominceranno alle 16.30.

Tuttavia lo stesso sito di RisorgiMarche consiglia di tenere sempre sotto controllo la pagina Facebook dell’evento e il sito stesso, in quanto potrebbero esserci variazioni imprevedibili dell’ultimo minuto di date, orari e cantanti (a causa anche del maltempo).

Lo scopo di RisorgiMarche

RisorgiMarche è un festival che nasce dalla volontà di Neri Marcorè di aiutare i marchigiani vittime del terremoto del 2016: lo scopo è quello di sostenere la rinascita del territorio devastato dalle scosse sismiche. L’edizione dell’anno scorso ha visto avvicendarsi tredici luoghi per tredici artisti e concerti, tutti ad ingresso gratuito.

Grazie a RisorgiMarche anche gli artigiani e i produttori locali hanno avuto l’opportunità di avere maggior visibilità. Questo perché, durante i concerti, hanno potuto esporre e vendere i loro prodotti, in apposite aree attrezzate nei dintorni del comune ospite di quel particolare concerto, in prossimità dei parcheggi, in modo da facilitare gli spettatori.

La scelta del territorio in cui organizzare l’evento è ricaduta sulle Marche in quanto il territorio marchigiano ha rappresentato il 57% di tutte le aree colpite all’epoca dal sisma.

Storia e origini di RisorgiMarche

È stato Neri Marcorè ad avere l’idea di organizzare il festival RisorgiMarche. L’attore ha spiegato di essersi recato ad Arquata a settembre 2016 per valutare quale aiuto e sostegno pratico fosse possibile mettere in atto per aiutare gli abitanti e le zone colpite.

Dopo la distruttiva scossa del 30 ottobre, però, si rese conto di dover ampliare il progetto. Non bastava più una semplice raccolta fondi, bisognava interessare tutte le comunità del posto.

Da qui è nata l’idea di creare un festival che si dipanasse lungo il territorio colpito, in modo da attrarre spettatori dall’Italia e dall’estero. Per fare ciò, Marcorè ha coinvolto nomi celebri della musica italiana, nonché amici sensibili.

Caratteristiche dei concerti di RisorgiMarche

Oltre all’area concertuale vera e propria, nei territori limitrofi ai live vengono organizzati anche dei punti di esibizione e vendita di artigiani e produttori locali, così da far conoscere a tutti i prodotti della zona e contribuire a risollevare le sorti di chi, col terremoto, ha perso tutto.

Inoltre i concerti si svolgono su vasti prati, per cui non vi è il rischio di veder esauriti i posti, non essendoci nemmeno posti numerati: l’importante è ricordarsi di portarsi dietro una coperta e qualche cuscino per stare più comodi.

Un’altra caratteristica di questi concerti è che, condizioni di sicurezza permettendo, vengono allestiti sfruttando alcuni dei panorami più belli e suggestivi delle Marche. I Monti Sibillini hanno fornito la maggior parte della scenografia naturale.

Tuttavia l’organizzazione di Neri Marcorè ha anche avuto il pregio di pensare alla salvaguardia dell’ambiente, per esempio organizzando i concerti alle 17. Non c’è infatti quasi bisogno di usare luci artificiali, mentre l’elettricità necessaria per gli strumenti musicali è fornita da accumulatori.

RisorgiMarche 2017, i concerti

Se siete curiosi di sapere quali siano stati i concerti dell’edizione passata, ecco che durante RisorgiMarche 2017 si sono esibiti sul palco:

  • Niccolò Fabi e Gun Quartet, Arquata del Tronto, Spelonga (AP)
  • Malika Ayane, Cingoli, Domus San Bonfilio (MC)
  • Daiana Lou, Montegallo, Propezzano (AP)
  • Ron, Bolognola, Pintura di Bolognola (MC)
  • Enrico Ruggeri, Amandola, Campolungo (FM)
  • Paola Turci, Fiastra/Sarnano, Piani di Ragnolo (MC)
  • Bungaro, San Ginesio, Monte Rocca Colonnalta (MC)
  • Samuele Bersani, Apiro, Pian dell’Elmo (MC)
  • Daniele Silvestri, Montefortino, Rubbiano (FM)
  • Fiorella Mannoia e Luca Barbarossa, Camerino, Morra (MC)
  • Brunori Sas, Montemonaco, Foce (AP)
  • Max Gazzè, Sefro, Altopiano di Montelago (MC)
  • Francesco De Gregori, Form e Gnu Quartet, Visso, Santuario di Macereto (MC)

Foto: Pagina Facebook di RisorgiMarche

Marche Weekend