Pubblicato in: Evergreen

Come organizzare le vacanze nelle Marche: dove alloggiare e cosa vedere

News Partner 6 mesi fa
urbino-cosa-vedere-marche

Le Marche, che già dal nome si intuisce essere l’unica regione ad aver preservato il nome al plurale, presentano un territorio vasto ed eterogeneo per i paesaggi qui presenti. In qualsiasi periodo dell’anno è possibile recarsi nelle Marche, proprio grazie alla motivazione appena descritta, poiché in inverno è possibile godere delle cime innevate dove poter praticare lo sci alpino e altri sport invernali, ad esempio nella dorsale appenninica.

In estate, invece, si può godere dei magici luoghi estivi, dove sono ben quindici le Bandiere Blu assegnate per la qualità dei servizi e del mare. Il mare che bagna la regione, tra l’altro, è l’Adriatico, e tra le migliori spiagge composte da sabbia finissima, ci sono la Riviera del Conero e la Riviera delle Colline. Se si è indecisi sul da farsi, ecco dei consigli pratici su come organizzare le vacanze nelle Marche: dove alloggiare e cosa vedere.

Come arrivare nelle Marche

Raggiungere le Marche non è affatto difficile, essendo una regione ben collegata. Si può optare per arrivare in volo, prendendo un aereo che abbia come direzione l’aeroporto internazionale di Ancona-Falconara. Una volta giunti qui, è facile spostarsi, siccome c’è una linea ferroviaria diretta al centro della città. Ma ad Ancora ci si può anche arrivare con il treno, scendendo all’apposita fermata nella sua stazione, dove tra l’altro è presente un raccordo per il porto.

E infatti, il porto di Ancona è uno dei più importanti per il turismo e per il commercio italiano, essendo collegato con altri paesi europei come la Grecia. Si potrebbe pensare di arrivare nelle Marche anche solo prendendo una nave nei pressi di un porto vicino casa propria, così da imbarcare un veicolo da utilizzare per spostarsi all’interno della regione. Infine, la miglior soluzione per giungere qui potrebbe essere proprio l’automobile, essendo un viaggio comodo e che non porta preoccupazioni riguardanti lo spazio per le valige.

Dove alloggiare nelle Marche

Per poter passare delle tranquille vacanze nelle marche, è importante scegliere con cura dove alloggiare in base ai propri desideri ed esigenze. Se si preferisce una tipologia di vacanza incentrata sulla pratica degli sport invernali, allora una struttura nelle zone montuose della regione è sicuramente l’ideale. Tali strutture, permettono anche di potersi rilassare attraverso dei moderni centri benessere e Spa. Chiaramente, ciò è possibile soltanto durante il periodo invernale.

Al contrario, se il desiderio è quello di poter godere delle spiagge la cui qualità è comprovata dall’assegnazione di ben 15 Bandiere Blu, allora la scelta dovrà ricadere su alloggi in grado di offrire servizi relativi all’estate. Si potrebbe usufruire di resort e villaggi che propongono pacchetti con pensione completa o mezza pensione, così da sentirsi realmente coccolati durante le proprie vacanze. Alloggiare nei pressi della Riviera sarebbe davvero perfetto, ma non vanno sottovalutati nemmeno eventuali alberghi ad Ascoli Piceno, a Recanati e Fermo.

Cosa vedere nelle Marche

Nelle Marche, ci sono diversi punti suggestivi da poter scoprire, nonché città dotate di una certa storia. Siccome si tratta, come detto, di un territorio vasto ed eterogeneo, per non andare in confusione è preferibile selezionare prima di partire i luoghi che destano maggiore interesse. Allo scopo di fornire una guida utile, ecco cosa vedere nelle Marche.

Ancona

Affacciato sul Mar Adriatico, è praticamente il punto nevralgico delle Marche data la presenza del suo porto. Ma Ancona è una città ricca di storia, tra monumenti e testimonianze di qualunque tipologia. Tra le edificazioni di maggior richiamo c’è sicuramente il duomo di San Ciriaco, situato sul promontorio e sorto sui resti di un tempio greco, nonché simbolo della città. Il centro storico di Ancona dimostra le sue varie influenze artistiche, tra architetture romane e bizantine, ma alcune derivano anche dall’arte veneziana. Il Monte Conero richiama parecchi appassionati di trekking, data la possibilità di poter scorgere panorami mozzafiato.

Pesaro

Tra la Romagna e le Marche, Pesaro presenta delle caratteristiche uniche nel suo genere, racchiudendo lo spirito di entrambe le regioni citate. Si tratta di una città percorribile interamente in bicicletta, ma è soprattutto ricordata in quanto patria di Gioachino Rossini, noto compositore, per cui è stato anche istituito di recente il Museo Nazionale Rossini.

Urbino

Urbino è una tappa imprescindibile nelle Marche, anche se è nota per essere una città universitaria. Tuttavia, il suo centro storico presenzia nell’elenco dei siti catalogati come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, le cui edificazioni risalgono alla seconda metà del Quattrocento, quando qui c’era la corte dei Duchi da Montefeltro. Il Palazzo ducale e la Galleria Nazionale delle Marche, meritano di essere studiate per tutto l’estro artistico che contengono.

Ad Urbino è possibile visitare anche la Casa di Raffaello, famoso pittore italiano. Non lontano dal centro della città, c’è Gradara, ritenuto un borgo assolutamente imperdibile dove è possibile visitare un bellissimo castello medievale. Per chi ama il mare, qui c’è anche Gabicce Mare, una spiaggia di sabbia finissime con un lungomare molto lungo dove poter passeggiare.